Pubblicato il

Educare. 1

Ritmi

16 gennaio 2020

Stare in un gruppo:
ognuno ha il suo ritmo, ognuna ha i suoi tempi.
C’è chi cammina piano. C’è chi corre.
Lavoro educativo:
Trovare un ritmo per il gruppo che rispetta tutti portando avanti un progetto.
Trovare un equilibrio,
tra libertà individuale e limiti del gruppo.
Per poter stare nel gruppo,
per godersi il gruppo.
Per includere tutti.

Inclusione:
Stare nella società significa dover rispettare ritimi imposti.
Significa non sempre poter seguire i propri ritmi.
Dover stare al passo.

Inclusione significa anche
cambiare la società:
rendere le persone consapevoli dei ritmi delle persone.
Saper rallentare o accellerare il ritmo della società per renderla più inclusiva.
Coesistenza di ritmi diversi.

Una musica bellissima.

Pubblicato il

Giornale del 16 dicembre 2019

Il governo vuole salvare la banca popolare di Bari

Nella città di Bari, nella Regione Puglia, c’è una banca.

Si chiama Banca Popolare.

La banca ha dei problemi.

Ora il governo italiano ha deciso: diamo dei soldi per salvare la banca.

Così le famiglie non perdono i loro soldi.

 

Alla conferenza Cop25 non hanno trovato un accordo sul clima

Nella città di Madrid, nel paese Spagna, c’è stato un incontro tra i politici di tanti paesi.

Hanno parlato della crisi climatica.

Vuole dire che tutti i paesi devono impegnarsi per inquinare meno.

Soprattutto consumare meno energia.

Purtroppo alla conferenza non sono riusciti a mettersi d’accordo per ridurre l’inquinamento del pianeta.

 

Allarme valanghe

Nelle regioni del Nord Italia ha nevicato molto.

Ora c’è il pericolo di valanghe.

Nelle regioni Piemonte, Alto Adige e Val D’Aosta 3 persone sono morte a causa di valanghe.

 

 

 

Pubblicato il

Giornale del 9 dicembre 2019

Scosse di terremoto

Domenica, nella Regione Toscana, vicino alla città di Firenze,

ci sono state tante scosse di terremoto.

Una scossa è stata molto forte.

La gente è uscita in strada per la paura.

Alcune case hanno avuto un danno.

Nessuno è stato ferito.

 

Giornata Internazionale delle persone con disabilità

Ogni anno, il 3 dicembre, si festeggia

la giornata internazionale delle persone con disabilità.

In tanti paesi e in tante città si parla dei diritti per le persone con disabilità.

Ci sono anche degli eventi culturali.

A Venezia sono state organizzate delle visite alle Gallerie dell’Accademia.

 

Madre uccide figlia con disabilità

Nella città di Torino una madre anziana ha ucciso la figlia.

La figlia aveva 44 anni e aveva una disabilità grave.

Poi la madre ha cercato di suicidarsi.

Il padre, che ha quasi 90 anni, si è accorto solo la mattina dopo.

Ha chiamato subito i carabinieri.

Pubblicato il

Giornale del 25 novembre 2019

Ancora maltempo

In tante regioni dell’Italia ci sono dei problemi per il maltempo.

Ci sono stati dei danni su 2 autostrade nelle regioni Piemonte e Liguria.

Ci sono delle alluvioni di tanti fiumi.

Una donna è morta perchè è stata travolta da un fiume nella regione Piemonte.

Ci sono anche dei problemi per la neve, il rischio di valanghe e le onde alte del mare.

Anche al Sud dell’Italia ci sono dei problemi per il maltempo.

 

Elezioni a Hong Kong

Nella città di Hong Kong ci sono state delle elezioni.

Hong Kong è una città in Cina, ma ha uno statuto speciale.

Vuole dire che ci sono altre regole.

Perchè Hong Kong è stata inglese per tanti anni.

Alle elezioni hanno vinto i democratici.

Loro sono contro il governo cinese.

Ora non si sa cosa succederà.

 

Referendum a Venezia

Domenica 1 dicembre ci sarà un referendum a Venezia.

I cittadini di Venezia e Mestre sono invitati ad andare a votare.

Si vota per separare Venezia da Mestre.

Le persone possono dire SI o NO, cioè se vogliono che Venezia si separi da Mestre o no.

 

Giornata contro la violenza contro le donne

Oggi è la giornata mondiale contro la violenza contro le donne.

Purtroppo tante donne sono ancora vittime di violenza.

La giornata ricorda queste vittime.

Ci sono tante manifestazioni per dire: basta violenza!

 

 

 

 

 

 

Pubblicato il

Giornale del 18 novembre 2019

Acqua granda a Venezia

La notte del 12 novembre a Venezia c’è stata un’acqua alta eccezionale.

È stata alta quasi 2 metri sopra il livello del mare.

Da più di 50 anni non era più stata così alta.

I veneziani la chiamano Acqua Granda.

L’acqua granda ha fatto tanti danni in città.

Nelle case delle persone, nei palazzi e nelle chiese, nei negozi e negli alberghi, nelle comunità, nelle biblioteche…

Anche le calli e i campi, le barche e i vaporetti sono stati danneggiati.

I danni più grandi sono stati all’isola di Pellestrina.

Molte persone hanno preso paura.

Per tutta la settimana la marea è stata alta e le sirene hanno suonato spesso.

Tanti volontari ora stanno aiutano a ripulire Venezia.

 

Maltempo in tutta Italia

In tante regioni dell’Italia ci sono stati dei danni a causa del maltempo.

Nella città di Matera, in Basilicata c’è stata una grande innondazione che ha danneggiato la città.

In Alto Adige ha nevicato tanto. Un paese è rimasto isolato a causa di una valanga. Hanno anche chiuso l’autostrada.

In tante regioni c’è allerta meteo.

Ha piovuto tanto e i fiumi rischiano di allagare il territorio. Molte strade sono rimaste chiuse.

Per esempio in Friuli, in Emilia Romagna e in Toscana.

 

Pubblicato il

Progetto Leggiamo-leghiamo

Sono gli ultimi 2 mesi del progetto “Leggiamo – leghiamo” del Comune di Venezia.

Abbiamo organizzato delle belle serate.

Siamo anche andati a vedere delle mostre di arte.

Abbiamo conosciuto delle persone nuove.

Persone con e senza disabilità.

Con il progetto “Leggiamo – leghiamo” abbiamo fatto conoscere la lingua facile a Venezia.

Abbiamo organizzato dei corsi:

Come si usa il computer?

Come si usa il cellulare?

Ora si saranno altri 2 corsi:

Come si usa internet?

Come si scrive sul computer?

Poi abbiamo fondato il club di lettura.

Stiamo insieme e leggiamo insieme.

Romanzi, storie e notizie del giornale.

A gennaio ci sarà un convegno all’Università.

Presenteremo il nostro progetto.

Pubblicato il

Giornale del 12 dicembre 2018

Mondo

Nel paese Francia, nella città Strasburgo, c’è stato un attentato.

Un uomo ha sparato a delle persone a un mercatino di Natale.

3 persone sono morte, 12 persone sono state ferite.

 

La città Breda, nel paese Paesi Bassi, è la città più accessibile in Europa.

Vuole dire che ci sono poche barriere per le persone con disabilità.

Per questo, la città vince un premio.

Il premio si chiama “Access City Award 2019”.

 

Italia

Ad Ancona, nella Regione Marche  c’è stata una tragedia in una discoteca.

Un ragazzo ha spruzzato lo spray al peperoncino e questo ha causato il panico.

La discoteca era piena di gente. Tutti hanno cercato di fuggire.

6 persone sono morte e tante persone sono state ferite.

 

Sul sito dell’anffas, puoi comprare dei regali di Natale!

Clicca su questo link

https://www.e-anffas.net/

 

 

 

Pubblicato il

Anffas 60 anni di futuro

Oggi comincia il convegno dell’Anffas a Roma.

Il convegno si chiama “Anffas – 60 anni di futuro

In un convegno si incontrano tante persone per parlare di una cosa.

Al convegno dell’Anffas si parla del futuro delle persone con disabilità intellettiva.

Si parla anche delle cose che Anffas ha fatto negli ultimi 60 anni.